skip to Main Content
Invia un Messaggio

Dove Siamo

Associazione Sophis
Viale G. Brodolini n. 2
INT. 24 Battipaglia (SA)
PI 04595440654
CF 91040740655
+39 0828.333337
+39 0828.1733054
info@sophis.biz
Codice Fatturazione N92GLON

Orari di Ufficio

Lunedi: 8am-4pm
Martedi: 9am-5pm
Mercoledi: 9am-2pm
Giovedi: 9am-5pm
Venerdi: 10am-2pm
Sabato: 12pm-5pm
Domenica: Chiuso

Basic Life Support And Defibrillation – BLSD

Basic Life Support and Defibrillation – BLSD

Premessa

La rianimazione cardiopolmonare è di fondamentale importanza per affrontare un evento drammatico come può essere l’arresto cardiaco che talvolta si presenta all’improvviso e che provoca la morte improvvisa della persona. L’arresto cardiaco improvviso si presenta come una repentina assenza di polso e uno stato di incoscienza causate da una imprevista capacità del cuore di pompare il sangue al cervello e in tutto il corpo in maniera efficace. Nel momento in cui, un soggetto è colpito da arresto cardiaco improvviso come prima cosa perde il polso, successivamente entra in stato di incoscienza e infine perde la funzione respiratoria e l’evento volge verso una fine drammatica. I dati relativi alle percentuali di decessi per arresto cardiaco aumenta vertiginosamente quando l’evento avviene  in un ambiente extraospedaliero, ciò è dovuto al fatto che c’è poca formazione e addestramento per affrontare casi di questo genere. L’unica arma per combattere l’arresto cardiaco è quella di mettere in atto la cultura dell’emergenza cardiologica, ovvero la cultura delle manovre della rianimazione cardiopolmonare. La sopravvivenza in caso di arresto cardiaco è dovuta all’attuazione corretta della cosiddetta “Catena della Sopravvivenza”. La catena della sopravvivenza è costituita da 4 anelli concatenati tra di loro, ognuno dei quali ha un’importanza strategica e la mancata attuazione di una delle fasi porta inevitabilmente all’interruzione della catena riducendo in modo drastico le possibilità di portare a termine con esito positivo il soccorso. Gli anelli identificano il percorso per ottenere il massimo risultato nell’assistenza di un paziente in sospetto arresto cardiocircolatorio e pertanto è necessario che ogni operatore sanitario conosca nei minimi dettagli tali fasi. Negli ultimi anni la comunità scientifica internazionale ha introdotto importanti cambiamenti sull’efficacia dei programmi di diffusione dei Defibrillatori e della cultura della rianimazione, unico strumento in grado di modificare sensibilmente la sopravvivenza e limitare gli esiti post ACC.

L’esecuzione delle tecniche di rianimazione di base sono ormai indispensabili per il bagaglio culturale degli operatori sanitari (soprattutto medici ed infermieri), qualunque sia il loro campo lavorativo, in quanto a tali figure viene richiesto di intervenire in ogni tipo di urgenza che metta a rischio la vita del paziente qualunque sia la loro specializzazione e qualunque sia l’ambiente in cui si opera. Pertanto, gli operatori sanitari non possono non frequentare un corso di rianimazione e non possono non essere addestrati all’uso del defibrillatore. Diffondere i principi e i concetti delle fasi della rianimazione cardiopolmonare è la prerogativa fondamentale del percorso formativo, in quanto la defibrillazione precoce dovrebbe diventare uno standard di normalità in caso di paziente con arresto cardiaco sia extra che intra-ospedaliero.

Finalità del corso

Il corso di BLSD è uno dei corsi di addestramento e approfondimento di rilevante importanza in ambito laico e sanitario, in quanto le tecniche di rianimazione di base sono ormai un bagaglio indispensabile.  In Italia ogni giorno si verificano 156 decessi  per morte improvvisa, di cui circa due su tre avvengono in ambito extra-ospedaliero. Pertanto, finalità dell’evento formativo è quello di richiamare l’attenzione sulla criticità della fase pre-ospedaliera  dell’intervento rianimatorio alla luce delle esperienze maturate a livello mondiale, secondo le quali un paziente ha maggiore possibilità di sopravvivenza se è sottoposto a rianimazione. Infatti, la corretta esecuzione di procedure efficaci come le tecniche di BLS, può consentire di rianimare e stabilizzare un paziente che, solo in base all’esito positivo del primo soccorso, potrà successivamente beneficiare pienamente delle cure mediche e dei supporti vitali strumentali erogabili esclusivamente in ambito ospedaliero. L’insieme dei concetti e delle metodiche applicative nella rianimazione cardiopolmonare è racchiuso nella moderna metafora della “Catena della Sopravvivenza”, in cui non meno attenzione viene data alla sicurezza degli stessi operatori nello scenario dell’intervento. Il corso è stato organizzato per fornire una maggiore professionalità agli operatori riguardo le tecniche di rianimazione, in linea generale, la finalità del corso è quella di far acquisire le competenze di base per riconoscere tempestivamente il grado di compromissione delle funzioni vitali e di effettuare correttamente le manovre di rianimazione cardiopolmonare di base e di utilizzare il defibrillatore semiautomatico fino al momento di intervento del soccorso avanzato al fine di prevenire i danni anossici cerebrali. Con il presente corso si vuole dare ai partecipanti l’opportunità di acquisire e sviluppare in modo concreto e significativo le competenze necessarie per rispondere efficacemente alla situazione di emergenza attivando azioni appropriate per il pronto riconoscimento del paziente in ACC, il supporto delle funzioni vitali di base e l’utilizzo in sicurezza del DAE. I docenti esperti del ramo e delle tecniche di BLS-D forniranno nozioni a livello teorico e pratico, affrontando le tematiche con lezioni magistrali supportate da presentazioni multimediali, e da lezioni pratiche accompagnate da esercitazioni svolte con l’ausilio del manichino e con l’operatività dei partecipanti.

Obiettivi

Il Corso ha l’obiettivo di far acquisire sia conoscenze teoriche che abilità pratiche in tema di rianimazione cardio-polmonare in accordo con le linee guida internazionali. L’unico trattamento salva-vita, per l’arresto cardiaco improvviso, è l’effettuazione delle manovre di rianimazione. Fondamentale nell’attuazione delle fasi della rianimazione cardiopolmonare, è l’aspetto pratico, ovvero il saper riconoscere  lo stato di coscienza, ma prima ancora di procedere a tale valutazione, il soccorritore deve sempre provvedere a controllare la sicurezza della scena. È necessario assicurarsi che la situazione non presenti rischi sia per il soccorritore che per la vittima.  Pertanto, gli argomenti del corso, saranno affrontati teoricamente, ma anche praticamente, offrendo ai partecipanti la possibilità di vedere l’esecuzione delle manovre, delle procedure per la diagnosi dello stato di coscienza, di analisi dello stato di apertura delle vie aeree, e successivamente di eseguire a loro volta le procedure per la diagnosi dello stato di coscienza, di analisi dello stato di apertura delle vie aeree, della presenza di respirazione.

In modo specifico, i partecipanti dovranno raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Finalità e limiti delle procedure di Rianimazione Cardiopolmonare di base
  • Concetto di danno anossico cerebrale
  • Consapevolezza dell’importanza di esecuzione corretta delle procedure BLS-D
  • Catena di sopravvivenza: i quattro anelli
  • Eseguire la corretta sequenza delle fasi di BLS-D

A conclusione del corso, sarà valutato lo stato di apprendimento dei partecipanti tramite la somministrazione di un test. 

Programma

Fasi  della Catena di Sopravvivenza

Gli Anelli della Catena Concetto di emergenza

  • Concetto di emergenza – urgenza
  • L’ABC dell’emergenza in caso di arresto cardiaco improvviso
  • Criteri relativi alle tecniche di riconoscimento e trattamento ACC

L’arresto cardiaco

  • L’arresto cardiaco: aspetti epidemiologici
  • Cause dell’arresto cardiaco
  • Arresto cardiaco improvviso
  • Il danno anossico cerebrale: come prevenirlo

Basic Life Support- Defibrillation

  • Cultura della rianimazione di base
  • Definizione del BLS-D
  • Descrizione fisio-patologica dell’apparato cardiorespiratorio: attività elettrica e meccanica del cuore
  • I vantaggi del defibrillatore
  •  
  • Riconoscimento e allarme precoce
  • RCP precoce
  • Defibrillazione precoce
  • ALS precoce

Fondamenti del BLS-D

  • Perché il BLS-D
  • Aspetti medico-legali del defibrillatore
  • Efficienza del defibrillatore
  • Gestione della sicurezza nell’applicazione del D.A.E.

Tecniche di BLS-D

  • Apertura delle vie aeree
  • Ventilazione pallone – maschera
  • Ventilazione bocca – maschera
  • Compressioni toraciche
  • Posizione laterale di sicurezza, Heimlich
  • Obiettivi, tecniche e sequenze BLS-D

Addestramento

  • Compressioni toraciche
  • Attivazione del D.A.E.
  • Posizionamento piastre
  • Analisi, DC
  • Skock

Esercitazioni pratiche

  • Stazioni pratiche di addestramento su manichino
  • Sedute di training e retraining
  • Sequenza a due soccorritori con D.A.E.

Quota di partecipazione:

Sanitari: 8 Crediti ECM- Tesserino Abilitazione – Attestato di frequenza Euro 150,00 | Laici: Tesserino Abilitazione – Attestato di frequenza Euro 100,00 | 

I prezzi indicati si intendono IVA esclusa (se dovuta)

Coordinate Bancarie: IBAN IT 95 R 05385 76090 000000003022  – Banca Popolare di Puglia e Basilicata –  Filiale di Battipaglia  (SA) –intestato Associazione Sophis   Viale G. Brodolini, 2  – 84091 Battipaglia  (SA).

Informazioni: Associazione Sophis, Viale Brodolini n. 2 – 84091 Battipaglia (SA) Tel. 0828333337 Fax 08281733054 – www.sophis.biz – info@sophis.biz

Rivolto a: Sanitari e Laici

Back To Top
WhatsApp Entra in Chat